Dew Tour Breckenridge Mountain 2013

Il Dew Tour iON Mountain Championships di quest’anno è diventato uno dei più importanti eventi nel mondo dello snowboard, soprattutto per i riders americani che hanno avuto la possibilità di guadagnare visibilità per entrare a far parte del team U.S.A. alle olimpiadi di Sochi in Febbraio.
Non sono quindi mancati i colpi di scena.. Nel Superpipe i nomi più accreditati per la vittoria erano Shaun White, Iouri Podladtchikov, Scotty Lago, Louie Vito e il giovanissimo giapponese Ayumu Hirano.
A sorpresa è stato invece il californiano Greg Bretz a guadagnarsi il primo posto, spodestando il maestro Shaun White che non perdeva una gara di Halfpipe da 4 anni. Che sia un inizio di declino di Shaun o un caso fortuito? In ogni caso di atleti giovani e forti ce ne sono molti, in particolare se fossi in voi non perderei d’occhio il quindicenne giapponese Ayumu Hirano.

Questa è la classifica finale del Superpipe:

1. Greg Bretz
2. Shaun White
3. Taylor Gold
4. Louie Vito
5. Scotty James
6. Ayumu Hirano
7. Danny Davis
8. Ben Ferguson
9. Benji Farrow
10. Christian Haller
11. Scotty Lago
12. Kent Callister
13. Iouri Podladtchikov
14. Taku Hiraoka
15. Zack Black
16. Spencer Shaw

Nella finale Slopestyle invece, Shaun White non si è presentato a causa di un infortunio alla caviglia. Per Shaun non è stato uno dei weekend più belli della sua vita.
La finale è stata vinta da Mark McMorris idolo delle teenagers grazie anche ad una serie tv presente sulla NBC. Mark ha chiuso l’ultima run con un backside 270 to 270 sul primo rail, un cab 270 sul secondo rail, un cab double cork 1260 e un frontside 1080 double cork sui primi 2 jumps, terminando con un double backflip e un backside 1440 triple cork nella parte finale.

Questa è la classifica finale dello Slopestyle:

1. Mark McMorris
2. Sven Thorgren
3. Maxence Parrot
4. Sebastien Toutant
5. Chas Guldemond
6. Sage Kotsenburg
7. Brandon Davis
8. Spencer Link
9. Eric Willett
10. Eric Beauchemin
11. Ulrik Badertscher
12. Nikolas Baden
13. Stale Sandbech
14. Aleksander Ostreng
15. Gjermund Braaten
16. Peetu Piiroinen
DNS – Shaun White