Abbigliamento da Snowboard

L’abbigliamento è una delle cose più importanti da tenere in considerazione se si decide di iniziare a praticare snowboard. In montagna le condizioni meteo possono cambiare molto rapidamente ed è facile ritrovarsi in mezzo ad una tempesta di neve o al contrario con un cielo limpido e temperature molto elevate.
I 3 parametri piú importanti legati all’abbigliamento sono:

Impermeabilità Abbigliamento Snowboard

Impermeabilità

L’impermeabilità è solitamente la prima cosa che si valuta durante l’acquisto di un capo di abbigliamento. Essa viene determinata da un numero seguito dalla dicitura colonne d’acqua.
La colonna d’acqua è un valore che si utilizza per indicare l’impermeabilità dei capi; in particolare indica la pressione, espressa in millimetri, che grava sul tessuto prima che questo permetta all’acqua di penetrare.
Un capo d’abbigliamento con un valore di colonna d’acqua compreso tra i 400 e 1.300 mm viene considerato idrorepellente; con un valore superiore ai 1.300 mm viene considerato impermeabile.
C’è però un altro fattore da tenere in considerazione. Più i valori di colonna d’acqua risultano essere elevati (>15.000 mm), più la traspirabilità risulta essere bassa. Acquistare un capo da 25.000 mm di colonna d’acqua equivale ad avere un’impermeabilità totale, ma anche una traspirabilità pressoché nulla.
Segue una tabella riassuntiva che indica alcuni valori indicativi di colonna d’acqua:

  • da 500 a 1000 mm : impermeabilizzazione scarsa
  • da 1000 a 2000 mm : impermeabilizzazione sufficiente
  • da 2000 a 4000 mm : impermeabilizzazione buona
  • da 4000 a 8000 mm : impermeabilizzazione ottima
  • > 8000 mm : impermeabilizzazione eccellente

Traspirabilità Abbigliamento Snowboard

Traspirabilità

La traspirabilità è un altro fattore molto importante da tenere in considerazione. Senza traspirabilità si crea umidità, quindi sudore, e di conseguenza una sensazione di bagnato che oltre a compromettere la sensazione di comfort, può, nei casi peggiori, portare all’ipotermia. E’ infatti dimostrato che, in situazioni di bassa temperatura e in caso di sudorazione eccessiva causata dalla bassa traspirabilità, il nostro corpo, tende a raffreddarsi molto più velocemente, aumentando quindi la possibilità di raffreddori e strappi muscolari nel migliore dei casi, arrivando fino all’ipotermia nella peggiore situazione.
Il test che determina il valore di traspirabilità viene chiamato MVTR (Moisture Vapor Transmission Rate), viene espresso in grammi e misura la quantità di vapore acqueo che attraversa un metro quadro di tessuto in 24 ore. Più il valore risulta alto e più l’abbigliamento sarà traspirante. Per avere un valore di riferimento, possiamo dire che acquistare un capo con una traspirabilità di compresa tra gli 8.000 e i 10.000 gr/m² in 24 ore equivale ad un’ottimo acquisto.
Un altro modo per misurare la traspirabilità è l’indice RET (Resistance to Moisture Vapor Trasmission). In sostanza valori RET bassi indicano una minor resistenza al passaggio del vapore e di conseguenza una miglior traspirazione; al contrario, valori RET alti  indicano un’elevata resistenza al passaggio del vapore e di conseguenza una scarsa traspirazione.
Segue una tabella riassuntiva che indica i valori RET:

  • da 0 a 6 : traspirabilità molto buona (estremamente traspirante)
  • da 6 a 13 : traspirabilità buona (molto traspirante)
  • da 13 a 20 : traspirabilità soddisfacente (mediamente traspirante)
  • da 20 a 30 : traspirabilità insoddisfacente (appena traspirante)

Uno dei migliori materiali con più traspirazione attualmente in commercio è il Gore-Tex. Considerate infatti che 1 pollice quadrato di membrana Gore-Tex contiene 9 miliardi di pori. Ogni poro è 20.000 volte più piccolo di una goccia di pioggia e allo stesso tempo 700 volte più largo di una molecola d’acqua. Risulta quindi impossibile per acqua e neve penetrare nel tessuto. Al contrario il vapore generato dal sudore potrà passare facilmente attraverso di esso, disperdendosi verso l’esterno e mantenendo il vostro copro fresco e asciutto.

Isolamento Termico Abbigliamento Snowboard

Isolamento Termico

Ultimo in ordine di apparizione ma non di importanza è l’isolamento termico.
L’abbigliamento ideale per la montagna, oltre che essere piacevole e comodo, deve favorire il movimento e consentire una termoregolazione ottimale sia nelle ore calde che nelle ore fredde mantenendo comunque un buon livello di traspirabilità.
Durante l’attività sportiva il corpo brucia calorie producendo calore e di conseguenza termodispersione. Questa è una situazione normale, ma in montagna risulta essere più complesso visto che spesso, lo sbalzo termico è notevole sia nelle varie ore del giorno, sia con il variare dell’attività fisica come, ad esempio durante una sosta.
L’isolamento termico si misura in Clothing (Clo =  0,180 m² C°/ Kcal) ed ha come valore 0,0 (zero) un soggetto nudo.
Segue una tabella riassuntiva che indica alcuni valori di Clothing:

  • 0,50 : abbigliamento leggero
  • 1,20 : abbigliamento intermedio
  • 1,60 : abbigliamento pesante
  • 2,50 : abbigliamento invernale
  • >4,00 : abbigliamento polare
L’utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione e la riproduzione dell’opera, mantenendo inalterata la stesura e utilizzandola per fini non commerciali. E’ obbligatorio inoltre attribuire la paternità dell’opera a Real Snow.